Per molto tempo ho pensato che avere una vita di preghiera “di successo” voleva dire passare molte ore con Dio. Pensavo che perché la mia preghiera fosse davvero efficace, avrei dovuto pregare meglio o migliorare il mio tempo di preghiera. Nella mia immaginazione, avere una vita di preghiera rigogliosa voleva dire non essere mai distratta ed essere abbastanza disciplinata da seguire liste e obiettivi. Avrei voluto cantare salmi di lode a Dio senza essere mai interrotta.

Tuttavia, per quanto ce la mettessi tutta, la mia vita di preghiera non ha mai assomigliato a questo!

Forse a causa dei miei quattro meravigliosi bambini, o forse perché ho poca memoria o mi distraggo facilmente. O forse, come te, perché lavoro molto. La verità è che ognuna di noi trova degli ostacoli per passare del tempo in preghiera. Tuttavia, sono qui per dirti che una vita di preghiera efficace non è solo possibile ma estremamente necessaria per la vita cristiana.

Com’è possibile? Posso dirti che non sono cambiate le circostanze esterne ma è cambiato il modo in cui concepisco la preghiera.

Invece di focalizzarmi sull’obbligo di un “lungo tempo formale” (che comunque adoro ancora moltissimo), ho iniziato a cercare di avere diverse conversazioni in tutta onestà con il Padre durante tutta la giornata. Prego con i miei bambini la mattina prima di scuola e la sera prima di andare a dormire. Durante il giorno cerco di parlare con Dio di differenti cose. A volte Lo ringrazio e Lo lodo se vedo un bellissimo tramonto. Altre volte, invece, parlo con Lui di cose che mi stanno molto a cuore. Oppure, prego usando quei brani biblici che leggo nella Bibbia, Infine, a volte, parlo con Dio mentre sto guidando.

Ma quello che è cambiato di più è il fatto che ho iniziato a vedere Dio come un padre che cerca semplicemente di parlare con sua figlia e non un re che richiede un sacrificio perfetto.

Sono estremamente benedetta dal fatto di avere un padre terreno che ama Cristo profondamente e che è stato un ottimo padre e un ottimo fratello in Cristo. Ma, purtroppo, viviamo in due stati diversi per cui, per rimanere in contatto, ci sentiamo diverse volte durante la settimana. A volte è una chiamata rapida mentre sto correndo intorno casa. Altre volte, lo chiamo quando sono in casa e ho il tempo e la mente libera per avere una lunga conversazione. Ma il punto è che mio padre adora sentir parlare dei suoi nipotini e non devo pensare agli elementi di una conversazione perfetta per comunicare con lui.

Paul Miller nel libro A Praying Life dice: ” La preghiera è chiedere a Dio di incarnarsi, di entrare nella propria vita… sappiamo che Gesù ha lavato i piedi. Dunque, prendiamo Gesù in parola! Osa chiedergli. Chiedigli le cose che desideri. Sporcati le mani. Scrivi le tue richieste… se aspetti l’attimo giusto, probabilmente il giorno non ti lascerà fiatare. Allora afferra il lembo della Sua veste e non lo lasciare finché Gesù non ti abbia benedetto. Egli cambierà la tua giornata!”

Quello che ho imparato è che nonostante io voglia piacere a Dio, il piano principale di Dio per la preghiera è avere una relazione con me. Quando trovo il tempo di parlare con Dio durante la giornata, mi sento meglio rispetto a quando sparisco dalla circolazione per lungo tempo.

Il nostro brano di oggi ci mostra che perfino Gesù aveva bisogno di tempo con Suo Padre mentre era qui sulla Terra. Se il Messia ha avuto bisogno di questo tempo anche tu ed io ne abbiamo indubbiamente bisogno! Dunque, oggi, lascia che ti incoraggi a cercare, durante la giornata, diversi momenti per parlare con il Tuo Buon Padre perché, come ha scritto Miller, darà un volto nuovo alla tua giornata e al tuo modo di relazionarti con Lui!

Brittany

Sfida settimanale: Questa settimana, fissa un orario e un luogo per appartarti e pregare come Gesù ha fatto. Ora e luogo saranno sicuramente diversi per ognuna di noi ma l’obiettivo è quello di rallentare il ritmo della nostra vita e passare intenzionalmente del tempo con Dio ogni giorno.