Sono mamma di tre bambini. In questi anni ho visto che non importa quanto spesso abbia ricordato loro di essere gentili e comprensivi, hanno sempre trovato il modo di ricordarmi che Dio li ha creati maschi in tutto e per tutto. Nel loro mondo i bastoni diventano spade, i coperchi diventano scudi e nessuno ha insegnato loro come fare quelli strani rumori con la voce. È qualcosa di innato in loro e anche se ormai sono adolescenti (come passa in fretta il tempo, care mamme!) ci sono cose che non cambiano mai.

È sempre la stessa storia: la lotta fra il buio e la luce, fra il bene e il male.

C’è un lato chiaro e uno scuro, il buono e il cattivo. La sera, per esempio, un improvviso eroismo prende il sopravvento sui tre fratelli maggiori ch e si precipitano a salvare la sorellina dagli uomini cattivi. Non sembrano mai essere a corto di storie da recitare.

Anche se gli uomini cattivi sono stati sconfitti la sera prima, qualche altro malintenzionato prende il loro posto. Sono sempre pronti a qualsiasi evenienza. Sanno che ci sarà una battaglia ma sono determinati a rimanere saldi nel proprio posto.

Non perdono mai? No, gli eroi vincono sempre!

Attraverso la lettera agli Efesini, ci viene ricordato che c’è una battaglia che sta avendo luogo proprio ora mentre parliamo. Ma non è una battaglia inventata dai bambini con bastoni a mo’ di spade e coperchi come scudi. La battaglia fra il bene e il male è reale e Satana usa abilmente ogni sua arma per distrarci, tentarci, mentire e ruggisce in cerca delle nostre debolezze per farci disertare.

Spesso, infatti, ci distrae con astuzia facendoci dimenticare di indossare quotidianamente la nostra armatura. Infine, ci sussurra che siamo troppo deboli per combattere.

Egli gioca con le nostre menti, per esempio, spingendoci a paragonare la nostra vita con quella degli altri fino all’insoddisfazione, a farci dipendere dalle nostre emozioni, a farci desiderare l’approvazione degli uomini anche se ciò vuol dire scendere a compromessi o a farci lottare con le nostre forze e le nostre opinioni. Egli intuisce quando siamo deboli (oh, è meglio che tu sappia bene quello che Satana sa di noi ) e cerca di metterci fuori gioco.

La Parola di Dio ci ricorda che poiché il diavolo va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare, non possiamo essere delle semplici spettatrici della battaglia. Ragazze, è tempo di indossare la completa armatura di Dio. È tempo di decidere da che parte stare e prepararci intelligentemente alla battaglia. Dimostriamo a Satana che con il potere del nostro forte Dio, siamo vigili, determinate, concentrate e preparate per affrontare la situazione.

Quali sono alcuni modi pratici in cui possiamo mantenerci fermi nella battaglia come figlie del nostro Re Guerriero?

Ricorda che la vittoria è già stata conquistata in modo sicuro attraverso Cristo (1 Corinzi 15.57). La morte è già stata sconfitta e nessun potere maligno potrà portare via ciò che Cristo ti ha donato.

Ricorda che il potere che ha risuscitato Cristo dai morti dimora in te! (Romani 8.11). Nelle tue debolezze, Dio è la tua forza (2 Corinzi 12.9-11). Niente di ciò che affronterai sarà troppo difficile per Dio (Geremia 32.17).  Resisti al diavolo quando lo vedi arrivare (Giacomo 4.7). Sii consapevole delle sue tattiche, rispondi con la verità alle sue bugie, allontanati dal peccato e di’ a Satana di stare indietro perché sei coperta dal sangue di Cristo e hai una gara davanti da correre.

Le frecce infuocate potrebbero comunque raggiungerti ma non distruggerti.

“Noi siamo tribolati in ogni maniera, ma non ridotti all’estremo; perplessi, ma non disperati…”
(2 Corinzi 4:8)

Non dobbiamo abbassare la guardia. Dobbiamo essere pronte. Sappiamo che le battaglie ci saranno ma possiamo essere determinate e rimanere salde. Con il potere di Dio al nostro fianco, POSSIAMO affrontare il campo di battaglia. E in quanto alla battaglia in sé?

Sappiamo già chi è il vincitore!

“Perciò prendete la completa armatura di Dio, affinché possiate resistere nel giorno malvagio, e restare in piedi dopo aver compiuto tutto il vostro dovere.”
(Efesini 6.13)

Ai Suoi piedi,
Whitney

Parliamone: In quale area della tua vita hai bisogno di rinforzare la tua armatura, di scendere sul campo per fede e rimanere salda? Il nostro team sarebbe onorato di pregare per te oggi.

Sfida settimanale: Riguarda questo studio e impegnati a compiere almeno un cambiamento nella tua vita che possa aiutarti a combattere la paura e l’ansia. Scrivilo sul tuo quaderno per aiutarti a ricordarlo. Mettiamo in pratica la Parola di Dio nelle nostre vite, non solo leggendo la Verità ma anche vivendola!