Amo i canti di adorazione. La maggior parte dei miei momenti più intensi con Dio sono stati durante la lode, ascoltando il corpo di Cristo che adorava il Suo nome. Quando chiudo gli occhi e mi concentro sulle parole che sto cantando al Signore, sono più consapevole della presenza dello Spirito Santo.

Dio, tuttavia, non mi ha dato la capacità di riuscire a cantare così magnificamente. Quando lodo assomiglio più ad un “rumore gioioso” e amo quando il volume della musica annulla qualsiasi cosa le persone attorno a me potrebbero sentire. Sono sempre stata molto insicura al riguardo e spesso mi sono trattenuta perché non volevo che nessuno sentisse quanto posso essere stonata mentre gli altri lodano. Non so bene quando è successo ma, ad un certo punto del mio viaggio con Dio, Egli mi ha mostrato che stavo mettendo me stessa al centro dell’adorazione.

La vera adorazione è bella quando riguarda solo Dio.

Quando ho spostato la mia attenzione lontano da ciò che stavo facendo io e mi sono concentrata su chi è Dio, ho smesso di preoccuparmi di cosa gli altri potessero pensare. Ho anche realizzato che mia figlia stava guardando e imparando da me. Sentire la sua vocina e il modo un cui ha toccato il mio cuore, mi hanno fatto capire, anche se in piccolo, come deve sentirsi Dio quando le Sue figlie Lo adorano.

Nella lettura di oggi vediamo come Miriam, la sorella di Aaronne e guida per il popolo, seguì l’esempio di Mosè e rispose al suo canto di lode con il proprio. Miriam guidò le donne in balli e canti, dichiarando pubblicamente la grandezza di Dio. Ella aveva attraversato il Mar Rosso. Era stata testimone di ciò che Dio aveva fatto. E non c’era un’altra risposta possibile per una donna di fede se non proclamare la gloria e la maestà del proprio Dio. Miriam usò ciò che aveva, e utilizzò la sua influenza per guidare altre donne nell’adorazione.

Non dobbiamo avere voci perfette, palchi su cui poterci esibire, titoli speciali o qualcosa di elegante per poter adorare Dio. Puoi influenzare le donne che Dio ha messo nella tua vita quando proclami ciò che Egli ha fatto, quando ricordi la Sua fedeltà ed incoraggi gli altri a fare lo stesso. Pensa a chi ti sta guardando e imparando da te. Per loro sei una leader della lode. Stai mostrando loro cosa significa onorare e glorificare Dio, insegnandogli a portare tutto se stessi ai piedi della croce senza vergogna o esitazione.

Come Miriam, hai un posto in prima fila per le grandi opere che Dio sta facendo nella tua vita e nella vita di quelli a cui vuoi bene. Quando gli altri testimoniano del carattere di Dio e della Sua potenza, unisciti a loro! Quando altri guidano bene e onorano Dio con i loro doni, usa i doni che Dio ti ha dato per fare lo stesso! Loda Dio non solo per quello che ha fatto, ma anche per quello che farà e, in definitiva, per chi Lui è.

Sfida settimanale: Nella tua vita, chi hai visto lottare per la gioia e lodare Dio affrontando tempi difficili? Fai un punto questa settimana per incoraggiare e condividere quello che hai visto nella sua vita e che impatto ha avuto su di te.