Poiché il contrasto andava crescendo, il tribuno, temendo che Paolo fosse fatto a pezzi da quella gente, comandò ai soldati di scendere e di portarlo via di mezzo a loro, e di condurlo nella fortezza.
La notte seguente, il Signore si presentò a Paolo e gli disse: «Fatti coraggio; perché come hai reso testimonianza di me a Gerusalemme, così bisogna che tu la renda anche a Roma». (Atti 23:10-11)

Uno dei passi delle Scritture che è caro al mio cuore nelle situazioni simili a quelle in cui si ritrovò Paolo in Atti 23 è Matteo 28:18-20:

E Gesù, avvicinatosi, parlò loro dicendo: «Ogni potere mi é stato dato in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell’età presente».

Posso immaginare Paolo ansioso e nervoso in quella cella fredda e buia, forse anche affamato, mentre pensava a cosa gli sarebbe accaduto. Il sinedrio era diviso. Si rifiutava di ascoltare Paolo, e alcuni degli ebrei stavano pianificando di ucciderlo. Paolo ha rischiato di essere ucciso a Gerusalemme e il suo piano di portare il messaggio di Cristo a Roma e oltre non si sarebbe potuto mai realizzare. So che mi son sentita nello stesso modo quando, pregando per la salvezza di qualcuno, questi invece sembrava stesse correndo lontano da Dio. È così frustrante! E’ come se le mie preghiere non fossero ascoltate.

Dio appare a Paolo in questo momento cruciale per incoraggiarlo e assicurargli che sarebbe stato ancora testimone del vangelo a  Roma. 

La promessa della presenza e dell’aiuto di Dio è vera anche per noi oggi. Essa ci fortifica perchè continuiamo a vivere la vita di Cristo e che tutti la possano vedere. Continua a pregare per la salvezza di quell’amica o di quel tuo familiare, continua a pregare affinché molte più persone possano ascoltare il vangelo. Il Signore stesso ha promesso di non abbandonarci e di non rinnegarci mai mentre continuiamo a compiere le opere che Egli stesso ha messo nei nostri cuori e nelle nostre mani. 

La Bibbia ci ricorda che il Signore apparve a Paolo tre volte per rassicurarlo. Ogni volta che ti senti scoraggiata, proclama il vangelo, ricordati del versetto di oggi ed abbi coraggio.

Padre celeste, ti ringraziamo per il dono della tua continua presenza nelle nostre vite. Preghiamo che i nostri cuori rimangano costanti in Te, ed abbiano il coraggio di proclamare il vangelo ovunque andremo, sfruttando ogni occasione che abbiamo, con coraggio! Nel nome di Gesù, Amen!

Ebos