“Tu hai mutato il mio dolore in danza;
hai sciolto il mio cilicio e mi hai rivestito di gioia,
perché io possa salmeggiare a te,
senza mai tacere.
O SIGNORE, Dio mio, io ti celebrerò per sempre.”
(Salmo 30:11-12)

Solo Dio può tramutare il nostro dolore in danza. Solo Dio può sciogliere il nostro cilicio di sofferenza con la gioia.

Non è una coincidenza che stessi leggendo il Salmo 30 mentre pregavo per questo blog e mi preparavo a scrivere quando ho ricevuto la chiamata di una cara amica che mi comunicava che suo padre era appena morto. I miei occhi si sono riempiti di lacrime nel ricordare quest’uomo meraviglioso. Essendo stata molto ferita dal mio padre biologico, amavo vedere come il padre della mia amica amava particolarmente le sue tre figlie.

Ogni volta che una di loro entrava nella stanza, egli si illuminava. Egli si dilettava in ognuna di loro. Avendo anch’io tre figlie femmine, ho un debole per i padri di figlie femmine. Tante volte chi ha solo figlie femmine viene associato all’idea di ‘ non aver ancora avuto il maschio’ e spesso gli viene chiesto “A quando il prossimo bambino per vedere se viene maschio?”. So bene che è così perché tante volte ho sentito commenti e domande simili verso mio marito.

Tuttavia, come mio marito, anche il padre della mia amica, era molto grato a Dio per le figlie che aveva. Era estremamente orgoglioso delle proprie ragazze e non ne faceva mistero. Attraverso gli anni l’ho visto dare anima e cuore nell’istruire le proprie figlie, con amore e tenerezza. Ho potuto ammirare il modo in cui si prendeva cura di loro, provvedeva per loro e tifava per loro mentre esse schiudevano la loro vita al mondo come un bellissimo riflesso dell’amore di Dio. Inoltre, tutto questo mi ha aiutato a comprendere un pochino di più l’amore che Dio ha per me e come Egli si diletti in me, così come quel padre si dilettava nelle proprie figlie. Vedere la vita di quest’uomo mi ha aiutato a comprendere davvero con il cuore quello che avevo letto nella Bibbia e che avevo capito solo con la mente.

Nonostante oggi ci siano lacrime e tristezza per la sua morte, c’è anche gioia per la verità in cui credo fermamente e senza ombra di dubbio: lo vedrò di nuovo. Nonostante la triste notizia di questo momento, so che Dio può trasformare il mio dolore in gioia nel vedere quello che Dio ha fatto nella vita di quest’uomo meraviglioso, così come nella mia. È in tempi come questi che possiamo scegliere di lodare il nostro Signore con gioia perché sappiamo che un giorno saremo riuniti con i nostri amati e che non sentiremo più la loro mancanza.

Fino a quel giorno, sono tranquilla e ringrazio Dio per l’onore di aver conosciuto questo caro e dolce uomo. Ringrazio Dio per averlo usato nella mia vita per aiutarmi a comprendere l’amore che Dio ha per me in quanto Sua figlia e per l’opportunità di vedere le Scritture prendere vita davanti ai miei occhi.

La tristezza potrebbe durare tutta la notte, ma la mattina arriverà sempre la gioia.

Dunque, oggi, farò arrivare la mattina un po’ prima, intonando un canto di adorazione in casa mia a gran voce. È una buona serata per lodare il mio Signore e ringraziarlo per la vita di questo incredibile uomo!

Ama Dio Grandemente,